Controllo qualità nel confezionamento di stecchi gelato

Nell’imballaggio secondario delle confezioni multiple è essenziale la corretta assegnazione del lotto per volume, tipo e pezzatura. La cartonatrice Dienst, dotata di lettori di codici a camera e sensori di visione Sick, confeziona assortimenti diversi di gelati Magnum in sacchetto all’interno di scatole pieghevoli di vario tipo.

Il Lector620 Professional è in grado di leggere i codici nell’arco di frazioni di secondo

Per esame sensoriale degli stecchi gelato si possono intendere due cose: la sensazione del cioccolato che scrocchia quando si morde la copertura con la successiva esplosione di gusto, oppure il controllo qualità tramite sensori nel processo di produzione e imballaggio. Nella cartonatrice orizzontale tipo HK 4 di Dienst Verpackungstechnik GmbH, quest’ultimo processo viene svolto anche dai lettori di codici a camera e dai sensori di visione di Sick.
Uno stecco gelato deve piacere. Caramello, cioccolato, fragola, lampone o mandorla, un solo gelato per ogni gusto o anche una confezione assortita: Unilever sa come soddisfare gli amanti di questo prodotto. Secondo i dati forniti dall’azienda, nel 2014 è stato venduto in tutto il mondo un miliardo di Magnum in stecco. Una parte è arrivata sul mercato in confezioni singole, un’altra in confezioni multiple.
L’assegnazione giusta del lotto per volume, tipo e pezzatura svolge un ruolo decisivo nell’imballaggio secondario delle confezioni multiple. All’appassionato del gelato interessa che il prodotto acquistato corrisponda al suo gusto preferito, che la lavorazione sia avvenuta in tempi rapidi (catena del freddo) e che la data di scadenza stampigliata sulla confezione fornisca informazioni affidabili sulla freschezza del contenuto.
Il produttore dei gelati, che gestisce anche l’impianto, deve invece avere la certezza che sulla macchina per l’imballaggio siano alimentati e sigillati cartoni diversi con assortimenti altrettanto differenziati. I modelli sempre nuovi di scatole pieghevoli costituiscono un’ulteriore sfida in tale processo.

Formati diversi su un’unica macchina

La cartonatrice orizzontale HK 4 è uno dei modelli top della gamma Dienst per l’automatizzazione del processo d’imballaggio in scatole pieghevoli preincollate, rispondendo ai massimi requisiti di varietà dei formati, brevi tempi di allestimento, ergonomia e disponibilità sicura con una manipolazione delicata dei prodotti.
La cartonatrice orizzontale del tipo HK 4 ha una struttura modulare. Nella variante da 6 pollici la macchina è piccola, compatta e può lavorare fino a 300 scatole pieghevoli al minuto.
La refrigerazione non è necessaria durante l’imballaggio del gelato nelle scatole pieghevoli. La HK 4 collegata a valle della linea di produzione prende i sacchetti dei gelati in arrivo, destinati, per esempio, alle confezioni da sei di Magnum Mini Bianco, Magnum Mini Mandorle e Magnum Mini Classico. Un lettore di codici a camera Lector620 Professional di Sick legge il QR code sulla scatola pieghevole.

Se coincide con i dati del piano di produzione, l’assortimento dei gelati in arrivo sarà trasferito dallo spintore nelle scatole pieghevoli. “Prima allarghiamo le linguette delle scatole, poi inseriamo i prodotti e alla fine richiudiamo le linguette. Posso controllare se i dati coincidono con quelli della produzione al più tardi quando la prima scatola si trova sotto il lettore del QR code”, così Roland Kaluza, responsabile di progettazione alla Dienst Verpackungstechnik GmbH, spiega la procedura. “I deflettori spingono la linguetta inferiore verso l’alto non appena la scatola è stata montata poi, dopo l’erogazione della colla a spruzzo, la linguetta di copertura viene premuta in posizione. A questo punto la scatola è chiusa”. Se è stato letto un QR code sbagliato, la macchina verbalizza il riconoscimento errato ed esclude automaticamente la scatola pieghevole senza interrompere il processo d’imballaggio. Se vengono lette tre scatole errate, la macchina si arresta perché i dati del QR code non coincidono con quelli del controllo di produzione. In questo modo si evitano confezionamenti errati. “Tramite il QR code si può, in linea di principio, sorvegliare l’intera catena di creazione del valore”, aggiunge Roland Kaluza. “La produzione e l’imballaggio dei generi alimentari sono soggetti a norme di qualità particolarmente severe. E il gelato figura tra i prodotti alimentari più sensibili in assoluto”. La macchina HK 4 è in grado di riempire con i gelati Magnum fino a 180 scatole pieghevoli al minuto.
Attualmente esistono sette formati diversi di scatole per i vari schemi di confezionamento. I sacchetti contenenti i gelati vengono disposti in una o due file, due strati da tre file, due da quattro file o anche da cinque file.
La data di scadenza viene stampata al laser sulle scatole pieghevoli solo alla fine del confezionamento dell’imballaggio secondario. Il sensore di visione 2D Inspector di Sick verifica la presenza della data. La confezione multipla è ora completa.

La gamma dei sensori di visione Inspector

Lettore di codici a camera compatto

I sensori della famiglia di prodotti Lector62x sono lettori di codici a camera compatti realizzati per le esigenze specifiche dell’industria. Essi identificano con estrema affidabilità i tipi di codici più diffusi, sia in movimento che fermi, anche se di pessima qualità.
Le dimensioni molto compatte garantiscono flessibilità di montaggio anche in spazi esigui. I lettori di codici Lector620 Professional coniugano impiego universale ed economicità.
La custodia metallica compatta e robusta con grado di protezione IP 65 – oppure IP 67 come optional – è di circa due terzi più piccola rispetto a quasi tutti i lettori di codici 2D industriali.
Le scanalature della custodia, i tasselli scorrevoli con distanze dei fori variabili e i connettori M12 orientabili ne garantiscono il montaggio rapido e sicuro in qualsiasi momento.
Molteplici sono anche le possibilità di integrare i lettori di codici in modo semplice e aperto all’interno dell’ambiente informatico del cliente.
Ethernet TCP/IP, FTP, EtherNet/IP™, Profinet, CANopen, interfaccia seriale, I/O digitali: tutte le interfacce dati importanti sono integrate nel dispositivo della famiglia Lector62x. A ciò si aggiunge un’interfaccia USB, anch’essa integrata in tutti i dispositivi, che consente funzionalità complete di assistenza e diagnosi.

Una soluzione intelligente per l’elaborazione delle immagini

Per applicazioni di elaborazione delle immagini, il sensore di visione Inspector rappresenta una soluzione intelligente in un unico dispositivo. Indipendentemente dalla funzione, verifica qualità e completezza, riconosce la posizione del pezzo o effettua misurazioni. La robusta custodia di metallo IP 67 è adatta all’uso industriale, mentre l’intelligente elaborazione delle immagini rende il dispositivo Inspector adatto ad applicazioni con velocità elevata. Le possibilità di fissaggio variabile sono concepite per facilitare l’adattamento alle esigenze ottiche dei vari ambiti di impiego dei clienti. Ciò permette un’ottimale ispezione, anche in caso di oggetti difficili da identificare come elementi riflettenti e adesivi multicolori.
Grazie alle numerose interfacce, la famiglia di prodotti Inspector fornisce un supporto completo per la gestione, il controllo e la raccolta dei dati.
Ogni anno arriva sul mercato una grande varietà di alimenti nuovi. Se i gusti del gelato aumentano, i modelli di scatole pieghevoli fanno altrettanto.
Ora, per esempio, esistono nuove scatole di Magnum con angoli arrotondati e un design esclusivo che attira l’attenzione: del resto, anche l’occhio vuole la sua parte.
La cartonatrice orizzontale HK 4 confeziona efficacemente lotti e assortimenti diversi di gelati in sacchetto all’interno di scatole pieghevoli di vario tipo.

di Marco Catizone – Product Manager Identification & Vision di Sick Spa