Materie plastiche – nastro modulare, un accoppiamento vincente

Con l’acquisizione della società Tema, il Gruppo Forbo ha ampliato la sua offerta produttiva con una serie di componenti in materiale plastico, che trovano numerose applicazioni anche nel settore alimentare.

Il Gruppo Forbo nel mondo

Il Gruppo Forbo ha consolidato da anni un’importante presenza sul mercato italiano. Ci soffermiamo sui risultati e sui recenti sviluppi della società nell’intervista ad Alan Favretto, Product Manager dei nastri modulari Prolink.

Sig. Favretto, ci può riassumere con alcune cifre significative l’attività del Gruppo Forbo in Italia e nel mondo?

Forbo Siegling Italia fa parte della divisione Movement Systems del Gruppo Forbo. Il gruppo Forbo, quotato sulla Borsa Svizzera, conta ad oggi 5360 dipendenti ed un fatturato di circa 1,2 miliardi di Franchi. Contiamo su 72 realtà distribuite in 35 Paesi nel mondo al fine di garantire vicinanza al cliente finale. Siamo quindi una realtà di riferimento nel settore dei nastri per il trasporto e per il processo dei prodotti.

Alan Favretto, Product Manager dei nastri modulari Prolink presso Forbo Siegling Italia

Qual è il core business di Forbo Movement Systems e quali sono i più recenti sviluppi di cui è stata protagonista?

Forbo Movement Systems è specializzata nella produzione, trasformazione e commercializzazione di nastri trasportatori e cinghie di trasmissione. In particolare siamo specializzati su nastri in tela con coperture sintetiche in PVC, poliuretano, poliolefine ecc., nastri modulari in plastica, cinghie di trasporto e trasmissione di potenza, cinghie elastiche e dentate.
Da fine 2016, grazie anche all’acquisizione del partner storico Tema, siamo in grado di fornire servizi e prodotti che vanno oltre al nastro trasportatore: ora anche materie plastiche sia estruse che lavorate per lo scorrimento dei nastri modulari, componenti plastici di vario tipo e protezioni in policarbonato e metacrilato. Tra i componenti di maggior rilievo vi sono sicuramente: guide di scorrimento per nastri modulari, basi per curve modulari e table top, penne fisse, pignoni speciali, ruote e rulli, protezioni trasparenti, ecc…

Con le potenzialità attuali, come si configura il servizio al cliente e quali ulteriori vantaggi è in grado di assicurare?

Ora i nostri clienti possono contare su di un unico partner in grado di fornire un pacchetto completo formato dal nastro e da tutti i componenti plastici e di scorrimento (sia lavorati che estrusi) necessari per l’applicazione. Questo si traduce in un risparmio economico notevole per il cliente grazie alla possibilità di ottenere prezzi più competitivi sui materiali e contestualmente di snellire la supply-chain diminuendo così costi e tempi di gestione e spese di trasporto, interfacciandosi con un unico referente.
Oltre al vantaggio economico, vi è anche un notevole vantaggio di carattere tecnico in quanto la nostra competenza nell’accoppiamento “materie plastiche – nastro modulare” a seconda delle specifiche applicazioni fan sì che, lavorando fianco a fianco con i nostri consulenti tecnici, il cliente possa ottimizzare la progettazione e la scelta dei materiali con il conseguimento di un risultato finale ottimale, durevole e garantito.

In quali comparti dell’industria alimentare potete contare su una presenza più significativa?

Il nostro know-how specifico si estende di fatto ad ogni ramo dell’industria alimentare traendo vantaggio dalle molteplici installazioni effettuate per esempio nel settore carne, pasta, prodotti da forno, frutta e verdura, beverage, packaging, ecc.

Lo staff di Tema, società di Parma acquisita da Forbo Movement Systems

Quale valore assume l’acquisizione di Tema, che finora era stato un partner storico?

L’acquisizione di Tema, concretizzata a fine 2016, è risultata strategica in tal senso in quanto ora contiamo su un partner fidato che conosciamo da molti anni e che porta con sé tutto il know-how necessario nel campo delle materie plastiche.
Tema è sempre stata un rivenditore storico* dei prodotti Forbo Siegling, è nata praticamente trasformando e commercializzando i nostri prodotti. La collaborazione dura infatti da oltre 25 anni… In sostanza ha sempre fatto parte della nostra famiglia seppur non in maniera così diretta come lo è ora. L’ingresso di Tema del nostro Gruppo fa sì che le competenze delle due aziende si fondino creando una sinergia che può portare diversi vantaggi per il cliente, in particolare flessibilità ed affidabilità, tempi di reazione più rapidi, ed un servizio ancor più vicino al cliente grazie a questa nuova presenza diretta a Parma (con magazzino e macchinari per la trasformazione) che si aggiunge a Forbo Siegling Italia, già presente a Milano.
Ne consegue inoltre un notevole ampliamento della gamma di prodotti disponibili che spazia da nastri modulari in plastica, componenti in plastica sia lavorati che estrusi, nastri trasportatori in tela con coperture in PVC, poliuretano, poliammide, poliolefine ecc., cinghie di trasporto e di trasmissione di potenza, cinghie elastiche e dentate, nastri mono-componente in poliuretano con dentatura, raccordi pneumatici, ecc.

Una fase di lavorazione

Su quali risorse e strutture potete contare per ottimizzare il servizio al cliente?

Vantiamo personale specializzato ed un’officina attrezzata per la lavorazione delle materiale plastiche. Disponiamo infatti di varie macchine tra cui un pantografo a 5 assi con un ampio piano di lavoro, una sezionatrice, una piegatrice a caldo e molte altre dedicate alla lavorazione ed alla finitura dei materiali.
Qui si lavorano vari materiali per il settore alimentare e non, tra cui: polietilene di vario peso molecolare, POM (resina acetalica), poliammide (nylon), polipropilene, teflon ed altri materiali speciali per lo scorrimento che grazie ai loro coefficienti di attrito bassissimi e l’elevata resistenza all’abrasione permettono di ottenere performance notevoli anche nelle applicazioni più estreme.
Oltre a questi, negli ultimi anni sta sempre più aumentando la richiesta per le plastiche rilevabili al metal detector, di fatti sempre più di frequente lavoriamo e consegniamo anche queste a costruttori ed utilizzatori primari nel settore alimentare.
Disponiamo inoltre di un’ampia gamma di materiali specifici per le protezioni dei macchinari come policarbonato (conosciuto anche con il nome commerciale di Lexan), metacrilato/plexiglass.

Magazzino plastica

La qualità e la certificazione, soprattutto operando con il settore alimentare, acquistano un’importanza fondamentale…

Le materie prime che trasformiamo provengono tutte da fornitori di primo livello in termini di qualità, di origine Tedesca e Svizzera, e dispongono, così come i nastri di nostra produzione, di certificato di compatibilità al contatto con alimenti conforme alla normativa Europea ed FDA Americana.
Tutti questi materiali sono stoccati in lastre di vario spessore nell’ampio magazzino presente a Parma e quindi sempre pronti all’uso! Siamo quindi in grado di garantire consegne molto rapide per quasi tutti i tipi di materiale. A maggio esporremo alla fiera MacFrut di Rimini dove ci sarà la possibilità di incontrare i nostri funzionari e toccare con mano i nostri prodotti ad elevata componente tecnologica specifici peril settore Frutta e Verdura.

I risultati ottenuti nel 2016 hanno soddisfattole vostre aspettative?

Il 2016 è stato per il Gruppo Forbo un anno eccellente con una crescita di fatturato del 4,1%. La Divisione Movement System, alla quale apparteniamo, ha fatto ancora meglio facendo registrare un incremento del 5,7%.
Sicuramente tra i fattori determinanti per questo successo vi è la continua ricercanel fornire un prodotto di qualità sempre più elevata, nonché nuovi prodotti specifici ad alto contenuto tecnologico per ogni applicazione. A questo si aggiunge un costante ampliamento della rete commerciale soprattutto nei paesi emergenti.

Componenti in materiale plastico

Quale importanza riveste l’attività di Forbo Siegling Italia nell’ambito della divisione di cui fa parte?

Come Forbo Siegling Italia siamo uno dei fiori all’occhiello della nostra divisione grazie alla costante crescita registrata negli ultimi anni, frutto inoltre dell’impegno e della dedizione del nostro personale nel soddisfare i bisogni sempre crescenti dei nostri clienti sia in termini di rapidità nelle consegne, che attraverso un supporto tecnico costante da parte dei nostri funzionari, nonché nella realizzazione di prodotti sempre più specifici anche in stretta collaborazione con i clienti stessi. I nastri modulari Siegling Prolink stanno contribuendo in maniera determinante al nostro successo registrando una crescita in doppia cifra da ormai alcuni anni.

Per il breve-medio termine, è possibile formulare previsioni positive? Quali sono i prossimi obiettivi che contate di raggiungere?

Le previsioni di crescita per questo prodotto sia nel breve che nel medio periodo sono elevate, e sicuramente il potere fornire un pacchetto completo comprensivo di tutte le materie plastiche a corredo è un valore aggiunto importante al fine di conseguire una crescita solida ed organica fidelizzando i nostri clienti che traggono vantaggio da questo servizio aggiuntivo.
Tra gli obiettivi futuri vi è poi quello di aumentare ulteriormente la capacità produttiva nell’ambito delle materie plastiche sia in termine di attrezzature che di personale al fine di ottenere un servizio sempre più rapido ed aumentare la nostra quota di mercato sia nel settore alimentare così come in quello industriale in genere.