domenica, 25 Ottobre 2020

Antares Vision: primo semestre positivo

Il Consiglio di Amministrazione di Antares Vision ha approvato la Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2020.

“Il corso del primo semestre è stato segnato dall’emergenza sanitaria Covid -19, che ha impattato su tutti i settori, e sicuramente anche per noi ha causato un rallentamento. Il nostro business ha in ogni caso dimostrato un buon grado di resilienza: i risultati sono superiori alle aspettative, a conferma della solidità della nostra value proposition e della forza della nostra visione”, ha dichiarato Emidio Zorzella, presidente e CEO di Antares Vision. “Il nostro percorso industriale sta continuando senza esitazioni: è stata costituita una nuova filiale in Germania, abbiamo acquisito due aziende strategiche nel nostro business (Tradeticity nella tracciatura e Convel nelle tecnologie di ispezione) e abbiamo sottoscritto una partnership importante con IMA.

La complessità dell’attuale scenario resta comunque elevata e, pur rimanendo le incertezze nel breve periodo, accresciamo la consapevolezza della nostra flessibilità e della capacità di essere responsive ai cambiamenti e vediamo delinearsi con sempre più concretezza il percorso per lo sviluppo del nostro piano industriale”.

“L’emergenza Covid ha segnato l’economia mondiale e ha fatto emergere nuove priorità come la salute e la sicurezza delle persone, dando, di conseguenza, un nuovo ruolo alla tecnologia, come nuova risposta per affrontare e supportare queste nuove esigenze”, ha commentato Massimo Bonardi, CEO e Technical director di Antares Vision. “La nostra mission di proteggere prodotti, persone e brands è quindi coerente con il bisogno di sicurezza, integrità, trasparenza e sostenibilità.

Pertanto, siamo pronti ad affrontare qualsiasi evoluzione con la passione e l’entusiasmo che ci

contraddistinguono, auspicando il ritorno graduale ad una nuova normalità”.

Principali risultati consolidati al 30 giugno 2020

Il Bilancio intermedio consolidato è stato redatto secondo i principi contabili internazionali e

presenta un Valore della Produzione pari a 63,3 milioni di euro, sostanzialmente in linea con il primo semestre 2019 (63,0 milioni di euro). I Ricavi sono pari a 58,3 milioni di euro, anche grazie al contributo di FT System (rivelatasi un’acquisizione di successo, eseguita al momento giusto), e si confrontano con 59,2 milioni di euro nel primo semestre 2019.

Il Primo Margine, che si attesta a 46,9 milioni di euro, +5,3% rispetto a 44,5 milioni di euro nel primo semestre 2019, conferma il trend di miglioramento, mostrando un’incidenza sul fatturato pari all’80,3% (75,2% nel primo semestre 2019). Il significativo miglioramento della marginalità (+5,1 p.p.) è legato alla crescente e maggiore incidenza della componente di servizi post-vendita e ad una riduzione delle commissioni e dell’utilizzo nei processi di installazione di risorse esterne a vantaggio di quelle interne. Ciò si è reso possibile grazie al lungimirante processo di internalizzazione delle risorse avviato lo scorso anno come consapevole investimento per affrontare la crescita attesa nei prossimi anni, e che ha quindi consentito di affrontare e sopperire parzialmente alle restrizioni nella mobilità delle persone.

Ciò si è positivamente riflesso anche nel Valore Aggiunto (pari a 36,7 milioni di euro, +4,6% rispetto a 35,1 milioni di euro nel primo semestre 2019) che similarmente migliora la propria incidenza sul fatturato di 3,8 p.p. passando dal 59,2% nel primo semestre 2019 al 63,0% nel primo semestre 2020. Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) si è attestato a 15,3 milioni di euro rispetto a 19,0 milioni di euro nel primo semestre 2019, con un’incidenza sul fatturato pari al 26,3% (32,0% nel primo semestre 2019). Tale dinamica può essere meglio compresa se si considera l’eccezionalità del 2019 (evidenziata anche dall’elevata marginalità), che aveva beneficiato della intensa attività di

installazione delle soluzioni di tracciatura per contrastare la contraffazione dei farmaci a seguito

dell’entrata in vigore in Europa della normativa EU-FMD (9 febbraio 2019). Si può, infatti, riscontrare una crescita pari al 22% dell’EBITDA del primo semestre 2020, se lo si confronta al dato del secondo semestre 2019 (12,6 milioni di euro), che esclude l’effetto indotto dalla normativa europea e che, parimenti, include il contributo positivo di FT System a partire dall’ultimo trimestre dell’anno.

Il Risultato Operativo (EBIT) è pari a 13,8 milioni di euro rispetto a 18,3 milioni di euro nel primo semestre 2019, con un’incidenza sul fatturato pari al 23,6% (30,8% nel primo semestre 2019).

Analogamente, il confronto con l’EBIT del secondo semestre 2019 (11,3 milioni di euro), mostra un

una crescita del 22%, pur il primo semestre 2020 scontando maggiori ammortamenti legati alla

capitalizzazione dei costi di sviluppo e ai beni detenuti in leasing contabilizzati secondo il metodo

finanziario. I dati sopra presentati sono stati depurati da alcune poste straordinarie, riclassificate al di sotto dell’EBIT e costituite dai costi sostenuti per operazioni straordinarie di acquisizione (0,3 milioni di euro), dai costi straordinari di riorganizzazione (0,3 milioni di euro) da sopravvenienze passive contrattuali (0,9 milioni di euro), oltre che dagli ammortamenti derivanti dalla Purchase Price Allocation (PPA) effettuata in relazione all’acquisizione di FT System (0,7 milioni di euro)

Il Risultato ante Imposte Adjusted si attesta a 13,0 milioni di euro, rispetto a 17,3 milioni di euro nel primo semestre 2019, con un’incidenza sul fatturato pari al 22,3% (29,2% nel primo semestre 2019).

Il Risultato Netto Adjusted si attesta a 10,3 milioni di euro rispetto a 12,3 milioni di euro nel primo semestre 2019, con un’incidenza sul fatturato pari al 17,7% (20,8% nel primo semestre 2019).

Il Risultato ante Imposte ed il Risultato Netto si attestano, rispettivamente a 6,2 milioni di euro (15,2 milioni di euro nel primo semestre 2019) e 4,6 milioni di euro (10,6 milioni di euro nel primo semestre 2019). Tali risultati, rispetto agli omologhi adjusted, oltre alle poste straordinarie sopra descritte, scontano anche poste non monetarie rappresentate dall’effetto della valorizzazione a fair value dei warrant emessi nel 2019 in occasione dell’aggregazione aziendale con Alp.I (IAS 32) per un valore negativo di 2,0 milioni di euro, dalle perdite nette non realizzate su cambi per 1,4 milioni di euro, dalle svalutazioni di strumenti finanziari derivati per 1,0 milioni di euro e dalle svalutazioni in imprese collegate per 0,2 milioni di euro. La medesima tipologia di aggiustamenti è stata riportata ai risultati del primo semestre 2019.

Il Patrimonio Netto è pari a 122,0 milioni di euro, in aumento rispetto a 117,6 milioni di euro nel 2019 e beneficia dell’utile di esercizio.

La Posizione Finanziaria Netta (esclusi gli effetti derivanti dalla contabilizzazione a valori di mercato dei warrant, e dalla valorizzazione al fair value dei derivati) risulta positiva per 9,0 milioni di euro, rispetto al valore positivo di 15,3 milioni di euro del 31 dicembre 2019.

La variazione della Posizione Finanziaria Netta normalizzata di 6,3 milioni di euro risulta essere la combinazione di un free cash flow operativo positivo di quasi 13 milioni di euro che ha finanziato buona parte dell’esborso (esclusa la cassa acquisita) di 14,2 milioni di euro, legato alle acquisizioni di Tradeticity e di Convel, oltre che gli investimenti in immobilizzazioni, gli oneri finanziari e gli oneri straordinari monetari.

Il consistente free cash flow operativo si deve all’EBITDA e alla dinamica positiva del circolante che ha beneficiato dell’attenta attività di incasso dei crediti commerciali.

È stata poi raccolta nuova liquidità per circa 65 milioni di euro attraverso l’ottenimento di

finanziamenti a medio-lungo termine, negoziati con primari istituti di credito a condizioni

particolarmente favorevoli grazie all’ottimo rating creditizio di cui gode Antares Vision, senza

garanzie e con covenant minimali tutti ampiamente rispettati. Tale liquidità è stata raccolta per dotarsi di una riserva utile a possibili future operazioni rilevanti di acquisizione.

Fatti di rilievo successivi alla chiusura del semestre ed evoluzione prevedibile della gestione

Come già evidenziato, nei mesi scorsi si è dovuto affrontare un’emergenza sanitaria senza

precedenti con la rapida e globale diffusione del Covid-19 e dei dirompenti impatti sulla vita delle persone e delle imprese. Ciò ha inevitabilmente causato un rallentamento e un allungamento delle tempistiche, ma non ci sono state cancellazioni. Antares Vision sta continuando il suo piano di sviluppo: a riprova di ciò, dopo la fine del semestre non si sono fermati gli investimenti.

Il 30 luglio 2020 Antares Vision ha reso noto l’investimento in Neurala (US$ 290 mila), startup

innovativa nell’intelligenza artificiale applicata alla tecnologia di visione per l’ispezione, con sede a Boston. Il percorso di Antares Vision nell’Artificial Intelligence è iniziato lo scorso anno con l’acquisizione di una partecipazione di minoranza in Orobix, società fondata a Bergamo nel 2009, di cui Antares Vision detiene il 37,5%. L’investimento nell’Intelligenza Artificiale si conferma assolutamente in linea con i megatrend di sviluppo tecnologico; la strategia è di potenziare le attuali soluzioni d’ispezione e gestione dei dati attraverso l’intelligenza artificiale con modelli di apprendimento in grado di aggiungere valore in termini predittivi.

Inoltre, per rafforzare i mercati emergenti, lo scorso 17 agosto 2020 è stata costituita una nuova filiale a Shenzhen, in Cina, che si aggiunge alla filiale di Hong Kong, operativa già dal 2019, rafforzando ulteriormente il presidio diretto sul mercato cinese, molto sensibile al tema della qualità e dell’anticontraffazione soprattutto nel settore farmaceutico e nei beni di largo consumo.

Investor Relations Manager

In ottemperanza alle nuove disposizioni di Borsa Italiana inerenti alle modifiche al Regolamento Emittenti AIM e che prevedono la nomina della figura di Investor Relations Manager, si ricorda che in data 8 aprile 2019 il Consiglio di Amministrazione aveva nominato Alioscia Berto nel suddetto ruolo.

 

Ultime News

Tecnologie Alimentari n°4 Settembre 2020

.embed-container { position: relative; padding-bottom:56.25%; height:0; overflow: hidden; max-width: 100%; } .embed-container iframe, .embed-container object, .embed-container embed { position:...

Agazzi: nuova sede, tecnologie avanzate e visione 4.0

Pur nelle difficoltà dell’emergenza sanitaria, Agazzi Giancarlo ha completato il trasferimento in una struttura più ampia.

Covestro completa con successo l’aumento di capitale

Covestro ha completato con successo l'aumento di capitale previsto in relazione all'annunciata acquisizione del business Resins & Functional Materials (RFM) di Royal DSM attraverso...

Fisair: Fisica e Ingegneria dell’Aria

Fisair punta a crescere sul mercato italiano ponendo l’accento sul proprio expertise e sui contenuti tecnici delle sue soluzioni per il controllo dell’umidità dell’aria.

La Subfornitura – n°4 2020

.embed-container { position: relative; padding-bottom:56.25%; height:0; overflow: hidden; max-width: 100%; } .embed-container iframe, .embed-container object, .embed-container embed { position: absolute; top: 0; left: 0;...

Articoli Correlati