martedì, 4 Agosto 2020

Fixi Lombardia: a ogni plastica il suo fissaggio

Inserti in ottone per materie plastiche

Antonio Caruso ha un’esperienza trentennale nel settore dei sistemi di fissaggio e specificamente per le materie plastiche. Nel suo primo articolo per La Plastica Oggi e Domani, l’autore presenta una breve panoramica del settore e della gamma produttiva della propria azienda dedicata al mondo della plastica.

di Antonio Caruso, amministratore di Fixi Lombardia

L’idea di questa rubrica è nata con l’intento di descrivere e approfondire le diverse applicazioni dei sistemi di fissaggio nel mondo della plastica. E in più sarà l’occasione per condividere alcune considerazioni sul settore, rispondere ad eventuali domande e curiosità dei lettori, oltre che per dare notizia di alcune soluzioni di insertaggio disponibili sul mercato.

 

Tutti i fasteners per il settore

Fixi Lombardia commercializza e fa produrre tutti i fasteners dedicati alle materie plastiche, cioè inserti, rivetti e viteria specifica per il settore. Quasi sempre il nostro interlocutore è direttamente lo stampatore. Si tratta infatti di prodotti che preferiamo non immettere sul mercato tramite rivendite, poiché le applicazioni nell’industria della plastica hanno bisogno spesso di confronti sul piano tecnico, che è importante gestire in modo diretto con l’utilizzatore. La plastica rappresenta un mondo vasto e diversificato, su cui Fixi Lombardia ha accumulato nel tempo una notevole esperienza.

Gli inserti che proponiamo si differenziano anche a seconda del materiale utilizzato. I più comuni sono in ottone, ma possono essere realizzati anche in altre leghe metalliche, come alluminio, acciaio e acciaio inox. Nella scelta della specifica soluzione – che può essere un inserto, una vite o un rivetto – entrano in gioco le richieste del cliente, le caratteristiche della singola applicazione e della materia plastica in questione, tutti fattori che vengono analizzati accuratamente dagli uffici di progettazione. Per esempio ci sono situazioni in cui è preferibile applicare un inserto nella plastica, sul quale si andrà poi ad avvitare determinate apparecchiature, mentre in altre il cliente sceglie l’avvitatura diretta sulle materie plastiche utilizzando una vite autoformante, che ha caratteristiche tecniche diverse dalla classica vite.

Un rivetto a fiore applicato all’interno di un bagno chimico

Un mercato stimolante e con tante potenzialità

Per Fixi Lombardia in questi anni si sono presentate importanti opportunità in questo mercato, grazie soprattutto alla reputazione e alla fiducia che siamo riusciti a costruirci presso le aziende lombarde e della Svizzera Italiana, seguendole con un servizio attento, una campionatura corretta e una consulenza a tutto tondo.

Fixi è organizzata in tre divisioni principali, che fanno capo al materiale di riferimento: Metallo, Lamiera e Plastica. Rispetto agli altri settori, la plastica offre potenzialmente ancora tante applicazioni tecnologiche da sviluppare. È un comparto molto interessante, anche perché ogni materia plastica ha caratteristiche tecniche che la rendono diversa da tutte le altre e ciascuna applicazione è sostanzialmente a sé stante. Tutto questo, soprattutto per chi come me ha avuto una formazione fortemente tecnica, rende ogni nuovo progetto molto stimolante e la sua realizzazione finale carica di soddisfazioni.

Durometro nel laboratorio di Fixi Lombardia

Le tecnologie di inserimento

I sistemi di inserimento dei prodotti per materie plastiche si basano principalmente su tre tecnologie: a caldo, a freddo e a ultrasuoni. Queste tre opzioni coinvolgono altrettante tipologie di attrezzature e utensili. L’obiettivo è, di volta in volta, ottenere una soluzione ad hoc. Spesso si parte dal disegno del cliente, per scoprire poi, in tanti casi, di avere già nella gamma a magazzino uno standard adatto per il tipo di applicazione richiesto. In altri casi si lavora solo su alcuni parametri definiti dall’utilizzatore, che lascia interamente a noi la ricerca delle soluzioni tecniche per soddisfarli. Cruciale è la geometria esterna dell’inserto. Gole, denti, zigrinature: per ogni plastica esiste sempre un prodotto in grado di “aggrapparsi”.

 

Soluzioni per ogni tipo di plastica

La nostra gamma comprende soluzioni adatte a ognuna delle famiglie dei materiali plastici: termoplastici duri, teneri, medi, amorfi, termoindurenti, poliesteri termoindurenti, schiume termoplastiche e termoindurenti. Nei prossimi articoli descriverò applicazioni specifiche su questi diversi materiali. Ora mi limito ad accennare al caso dello stampaggio rotazionale, con cui ad esempio vengono realizzati i bagni chimici per cantieri e manifestazioni. Con la forza centrifuga lo stampo viene riempito dal materiale, dando luogo alle forme più svariate. In questo caso, per fissare una piastrina su cui avvitare tutti i componenti interni di arredo come portarotoli, corrimani, portasapone, sarà utile un fissaggio polivalente come il rivetto a fiore, chiamato così perché si apre come i petali di un fiore, permettendo al rivetto di aggrapparsi sulla superficie irregolare della struttura in plastica.

 

Chi volesse proporre domande, temi e applicazioni da approfondire nell’ambito dei sistemi di fissaggio per materie plastiche può inviare una e-mail all’indirizzo: scrivi@interprogettied.com

 

 

Ultime News

CSV Life Science: i frutti di una visione globale

Il Gruppo CSV Life Science ha attraversato l’emergenza sanitaria senza diminuire la propria attività e ponendo le basi per l’ulteriore crescita delle proprie aziende, che insieme formano un partner completo per l’industria farmaceutica:

ICF – Rivista dell’industria chimica e farmaceutica N°3 Giugno/Luglio 2020

.embed-container { position: relative; padding-bottom:56.25%; height:0; overflow: hidden; max-width: 100%; } .embed-container iframe, .embed-container object, .embed-container embed { position: absolute; top: 0; left: 0;...

Sick: encoder lineari assoluti in versione safety

Posizione e velocità sono due variabili fondamentali che devono essere controllate con la massima precisione in qualsiasi macchina industriale. Dai motori lineari ai robot...

Ifm: un sensore 3D, tanti processi produttivi

Il sensore 3D O3D di ifm con tecnologia PMD rileva scene e oggetti in modo rapido e tridimensionale ed è adatto a differenti processi...

Terranova: la strumentazione made in Italy per il processo

Terranova® Srl, con sede a Terranova Passerini (Lodi), è un Gruppo che riunisce tre storici marchi italiani di strumentazione di processo: Spriano®, Valcom® e Mec-Rela®.

Articoli Correlati