giovedì, 28 Maggio 2020

IBSA: innovazione tecnologica per il settore farmaceutico e nutrizionale

Operatore sulla linea di produzione delle capsule molli nello stabilimento di IBSA a Lodi

IBSA Italia si propone come partner per lo sviluppo di processi di innovazione in grado di offrire un servizio completo, dal concept all’assistenza scientifica e normativa, fino alla produzione su larga scala. Gli investimenti in R&D hanno permesso all’azienda di costruire un ampio portafoglio di farmaci, medical device e nutraceutici, per ben 12 aree terapeutiche.

Oggi, grazie alla sua consolidata esperienza internazionale, alla capacità industriale e alle tecnologie proprietarie, IBSA Italia si propone come partner per lo sviluppo di processi di innovazione in grado di offrire un servizio completo, che va dallo sviluppo del concept all’assistenza scientifica e normativa, fino naturalmente alla produzione su larga scala per i mercati europei ed extra europei.

Tutto è cominciato nel 1992, quando il Gruppo IBSA ha creato la sua filiale italiana stabilendo l’headquarter a Lodi, dove è nato anche il primo stabilimento. Negli anni l’azienda è cresciuta rapidamente: si sono aggiunte una sede a Roma e un sito produttivo a Cassina de’ Pecchi (MI). Oggi IBSA Italia è la principale filiale del Gruppo nel mondo, impiega oltre 500 persone e rappresenta una realtà economica, scientifica e industriale di primo piano del settore farmaceutico italiano.  

Quali sono i fattori chiave di questo successo? Passione per la scienza e per la tecnologia, vocazione all’innovazione e solido know-how tecnico sono per così dire le caratteristiche chiave dell’identità di IBSA. Queste, insieme a importanti investimenti in ricerca e sviluppo, hanno permesso all’azienda di costruire nel tempo un ampio portafoglio di prodotti (farmaci, medical device e nutraceutici) in ben 12 aree terapeutiche: Cardiometabolica, Dermatologia, Dermoestetica, Endocrinologia, Medicina della riproduzione, Osteoarticolare, Dolore e infiammazione, Respiratoria, Urologia, Oftalmica, Otorinolaringoiatria, Consumer Health.

Le tecnologie 

Come è normale che sia per un’azienda che opera in ambito farmaceutico, l’attività di ricerca e sviluppo è fondamentale per la crescita del business. In particolare in IBSA, il team R&D si focalizza sulla realizzazione di metodologie innovative nella somministrazione dei farmaci, attraverso l’utilizzo di tecnologie avanzate. É il principio dei farmaci nella forma migliore – come lo chiamano in IBSA – ovvero individuare soluzioni che rendano la somministrazione dei principi attivi di uso comune più facile, pratica ed efficace, favorendo così la compliance del paziente.

Capsule molli, film orodispersibili, siringhe pre-riempite e cerotti medicati transdermici, pomate in BoV (Bag-on-Valve) sono solo alcuni degli strumenti sviluppati dal reparto R&D con l’obiettivo di mettere a disposizione degli operatori sanitari nuove soluzioni terapeutiche, efficaci e affidabili, che contribuiscano a migliorare realmente la qualità della vita dei pazienti. 

Modello di assemblaggio delle capsule molli

Prendiamo ora in esame alcune di queste tecnologie per conoscerle meglio e scoprirne le funzionalità e i vantaggi. Partiamo dalle capsule molli. IBSA è leader nella produzione di capsule molli ottenute tramite l’esclusiva tecnologia Softgel, che consente di incorporare una soluzione oleosa o una sospensione acquosa in una capsula di gelatina insapore e inodore. Questa tecnologia consente di somministrare in forma solida, una soluzione liquida a bassissime concentrazioni, garantendo la precisone del dosaggio. IBSA ha portato un’ulteriore innovazione in questo ambito, in quanto è tra le poche aziende in grado di produrre capsule molli sia per il settore farmaceutico che per quello nutrizionale (integratori alimentari). Fra i vantaggi della capsula molle ricordiamo: alta precisione del dosaggio, maggiore biodisponibilità e stabilità, più rapido rilascio del principio attivo, già in soluzione, e maggiore compliance, perché facili e pratiche da assumere.

Linea produttiva del film orodispersibile nello stabilimento di Cassina de’ Pecchi (MI)

Sempre nel campo della somministrazione orale, IBSA ha sviluppato quella che può essere definita una nuova frontiera dell’innovazione farmaceutica con la tecnologia ODF. I film orodispersibili (ODF), disponibili in una varietà di polimeri, rappresentano infatti un nuovo concetto per la somministrazione orale di farmaci, sostanze nutraceutiche o integratori alimentari. Questa innovativa forma farmaceutica, che si presenta come una striscia ultrasottile (50-150 micron di spessore), si dissolve in bocca in pochi secondi, rendendo rapidamente disponibile i principi attivi per l’assorbimento da parte delle mucose orali o a livello sistemico. La tecnologia ODF si è mostrata adatta all’utilizzo in pazienti di ogni età ed è stata recentemente applicata anche ad anti-infiammatori, analgesici e antistaminici. Dal 2019 la produzione di film orodispersibili di IBSA comprende anche la produzione di nutraceutici, grazie alla realizzazione di un apposito reparto con impianti dedicati all’interno del proprio sito produttivo. Fra i vantaggi dell’ODF vanno evidenziati: dosaggio preciso e accurato, ottima biodisponibilità, migliore compliance del paziente, assunzione possibile senza acqua in qualunque luogo e momento.

Linea produttiva dei cerotti transdermici a Cassina de’ Pecchi

Per quanto riguarda invece le tecnologie per la somministrazione cutanea, IBSA produce cerotti medicati transdermici del tipo “drug-in-adhesive”, sia a strato singolo che multistrato, concepiti per agire a livello sia locale che sistemico, a seconda del sito di azione del principio attivo. Entrambe le tipologie sono protette da brevetto. Attualmente l’azienda produce e commercializza cerotti a base di vari principi attivi, come nitroglicerina e diclofenac, e ha sviluppato cerotti per la chemioterapia dermatologica. Oltre ad essere di facile utilizzo, il vantaggio principale di questi cerotti risiede nel fatto che consentono un graduale assorbimento del principio attivo, aumentando la tollerabilità e riducendo gli effetti collaterali. 

Assemblaggio delle Bag-on-Valve nel sito produttivo di Lodi

Infine, il sito produttivo di Lodi dispone di un impianto per la produzione di creme, gel e soluzioni acquose e di una linea per assemblare i dispositivi Bag-on-Valve. Il sistema BoV consiste in una bomboletta di alluminio pressurizzata ad aria compressa che contiene un sacchetto di materiale polistrato (alluminio politene) su cui è montata una valvola erogatrice. Fra i vantaggi principali del dispositivo BoV c’è l’utilizzo di aria compressa come unico propellente, pertanto è igienica, pratica e all’occorrenza sterilizzabile; il prodotto è protetto al 100% dal contatto con l’ossigeno.

Il Gruppo IBSA

Fondata a Lugano nel 1945, IBSA è un’azienda farmaceutica a capitale privato, che impiega oggi complessivamente 2.000 persone, distribuite fra le diverse sedi, i siti produttivi e i suoi 14 laboratori di Ricerca e Sviluppo.

Negli anni, grazie ad uno straordinario e intenso programma di sviluppo, ha ampliato i propri asset aziendali e ha creato un portafoglio di prodotti unici e innovativi, basati sul miglioramento di tecnologie e molecole esistenti. Il Gruppo, che detiene 65 brevetti registrati, è attualmente il quarto maggiore operatore nell’area Fertilità e uno dei leader mondiali nei prodotti a base di acido ialuronico.

Grazie ad una consolidata strategia di espansione, IBSA commercializza oggi i suoi prodotti in oltre 80 paesi, conta 13 filiali fra Europa, Cina e Stati Uniti, e si avvale in Francia di una partnership commerciale strategica con Laboratoires Genevrier. 

Gli stabilimenti

Sito produttivo di Lodi

Lo stabilimento produce iniettabili, sia in asepsi che con sterilizzazione terminale, in fiale tradizionali e in siringhe pre-riempite; preparazioni ad uso topico (creme, gel, soluzioni) in bombolette Bag-on-Valve; capsule molli (Softgels) per utilizzo farmaceutico e per uso nutrizionale. Le linee dello stabilimento, che producono circa 23 milioni di pezzi, sono all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e della sostenibilità ambientale grazie agli importanti investimenti effettuati negli anni. A Lodi, inoltre, è situato il Centro di Ricerca e Sviluppo italiano dedicato allo studio di dispositivi medici, iniettabili, nutraceutici e film orodispersibili. Le produzioni dello stabilimento lodigiano, sotto forma di prodotti finiti e di semilavorati, servono tutto il Gruppo IBSA in Europa, Stati Uniti, Russia, Egitto e Turchia.

La sede di IBSA Italia a Lodi

 

Sito produttivo di Cassina de’ Pecchi (MI)

Tra le produzioni a maggior contenuto tecnologico e di innovazione realizzate in questo stabilimento ci sono i film orodispersibili (ODF). Grazie ad una tecnologia brevettata, IBSA è uno dei pochi player europei in grado di produrne sia per il settore farmaceutico sia per quello nutrizionale. Un secondo ambito di produzione ad ampio contenuto tecnologico e di innovazione, per cui il sito vanta un’esperienza ventennale, sono i cerotti medicati transdermici basati sulla tecnologia drug-inadhesive, che consente il rilascio controllato del farmaco. Le produzioni dello stabilimento di Cassina de’ Pecchi, che ammontano a 17 milioni di pezzi, servono sia il Gruppo IBSA che Aziende Multinazionali ed alimentano direttamente vari mercati, tra i quali, Paesi dell’Unione Europea, dell’area Medio-Oriente e Nord Africa e del Sud America. Questo stabilimento è dotato di autorizzazione all’impiego di sostanze psicotrope e alla produzione di integratori alimentari.

Entrambi i siti hanno certificazioni GMP, ISO 9001:2015, ISO 13485:2016.

IBSA Farmaceutici Italia ha provveduto ad adeguarsi al Regolamento delegato 2016/161 UE che applica la direttiva 2011/62/UE in materia di falsificazione dei medicinali. 

Ultime News

Plastic tax rinviata al 2021

Il rallentamento produttivo delle aziende plastiche ha convinto il Consiglio dei Ministri a stanziare 0.19 miliardi per il rinvio...

Daniele Cerasaro nuovo direttore vendite e marketing Bandera

Daniele Cerasaro direttore vendite e marketing Bandera Bandera SpA ha annunciato la nomina di Daniele Cerasaro come nuovo direttore vendite e marketing dell’azienda. Cerasaro è entrato...

Bertacchini nuovo responsabile Communications & Government Relations BASF Italia

Il consiglio di Amministrazione di BASF Italia ha nominato Filippo Bertacchini a capo della funzione Communications & Government Relations del Gruppo BASF in Italia. Nel nuovo ruolo, Bertacchini riporta a...

La produzione del sapore secondo LR Industries

La lavorazione dell'alimento non deve determinare la perdita del suo prezioso sapore. Per questo è importante saperlo riprodurre in maniera naturale in ogni prodotto...

Nactarome: un polo europeo nel mercato degli aromi

Dopo l’acquisizione di Nactis Flavours, continuano anche durante la fase di emergenza i progetti di espansione del Gruppo Nactarome, di cui fa parte AromataGroup, che punta a crescere su diversi mercati europei.    di Alessandro...

Articoli Correlati